Raw beef on cutting board isolated on white background

Cancerogena la carne rossa? Bhe sì, lo sapevamo e da molto tempo! Ma nonostante le conoscenze scientifiche continuiamo a svezzare i bambini con gli omogenizzati di carne e ci ostiniamo a pensare che la carne sia indispensabile perché aiuta a “diventare grandi”…poi ad un certo punto la notizia è in TV…e da qui in poi si scatena la “veganomania!” …e per una volta non serve dare la colpa agli allevamenti intensivi, non è questione di ormoni ed antibiotici, la carne rossa è cancerogena perché contiene ferro…quel ferro che tanto viene consigliato alle persone anemiche! Se siamo tutti consapevoli che gli “antiossidanti” sono sostanze antitumorali, non ci vuole molto a capire che il ferro, che è un ossidante, ha l’effetto opposto! Quindi? che fare? Dobbiamo eliminare definitivamente la tanto amata bistecca?

Chi mi conosce sa che il mio orientamento è molto morbido, quindi la mia risposta è no: non serve eliminare!

Prima regola: Non possiamo mangiare carne (rossa e bianca!) tutti i giorni! La carne rossa va consumata al massimo una volta alla settimana…e non dimentichiamoci che le carni conservate, ovvero gli immancabili affettati, sono da considerarsi di gran lunga peggiori della carne fresca, perché ricchi di additivi, soprattutto di conservanti! Seconda regola: impariamo a limitare i danni aumentando fortemente la quantità di antiossidanti nella nostra dieta, soprattutto nel pasto in cui decidiamo di consumare carne rossa!

Abbinando alla bistecca grandi quantità di verdure, crude e cotte, una giusta quantità di olio extravergine di oliva rigorosamente aggiunto a crudo, un po’ di frutta ed un pezzetto di cioccolata fondente (cacao minimo all’85%) avremmo almeno parzialmente contrastato l’effetto ossidante del ferro contenuto nella carne!

Terza regola: ridurre la quantità di carne non solo in termini di frequenza settimanale, ma anche nel singolo pasto. Mangiare tre bistecche non serve all’organismo e soprattutto è dannoso: impariamo a mangiare una sola bistecca e tanta verdura fino a sazietà!

Lascia un commento